[Recensione] puroBIO Lipstick

Chi mi conosce sa che ho una passione smodata per rossetti e rossetti liquidi.
La mia collezione conta oltre 100 prodotti labbra, ma l’altro giorno riflettevo sul fatto che nemmeno uno è totalmente Bio. Certo, ho un paio di rossetti Nabla e Mulac, però nessuna delle due marche mi pare sia totalmente Bio.
Quindi ho pensato di sopperire a questa mancanza acquistando due dei nuovi rossetti puroBio: rispettivamente i numeri 04 Fragola e 07 Rosso Cremisi.

 

Vi parlo brevemente della linea:

I rossetti proposti sono 8 dei quali solo uno ha un finish sheer,  tutti gli altri sono semi-matte.
Le nuances proposte sono molteplic: abbracciano colorazioni tenue e calde come il nr 01 Pesca chiaro, lo 02 Sabbia rosata (che è quello dal finish sheer) e lo 06 Arancio Bruciato,  fino alle tonalità berry come i nr 04 Fragola, lo 05 Ciliegia, passando per i rossi come lo splendido 08 Porpora, lo 07 Rosso Cremisi e terminando con la nota allegra e vibrante del nr 03 Fenicottero.

Vi mostro una foto del sito:

cattura

Vi parlo brevemente del packaging:
La confezione esterna è in cartoncino rosa con una satinatura argentea molto particolare.
Lo stick invece è in metallo nero, sopra è applicato il marchio del brand e sotto è indicato il colore.

Veniamo ai colori acquistati da me!

Mi hanno colpita subito i colori  04 Fragola e 07 Rosso Cremisi.
La formula:
I rossetti sono coprenti e pieni alla prima passata. Scorrevoli e  confortevoli . Durata ottima, fino ad 8 ore su di me!
I colori sono sicuramente molto belli, sebbene nessun colore sia completamente nuovo sul mercato. Il finish semi-matte rende il rossetto vibrante ma non banale. E’ possibile opacizzare i rossetti tamponando una velina sulle labbra e applicando un pò di cipria.

Gli ingredienti sono ottimi: Una base di olio di ricino, arricchita da olio di cocco, eufrasia e vitamina E.  .
Una nota che mi sembra giusto rilevare: Nei due rossetti io vedo tra gli ingredienti  il colorante ci 75470 Carmine. Bene, so che questo colorante si ricava da un parassita delle piante, la cocciniglia (e non le coccinelle!!), che si usa però quando è già morta (non si uccide quindi per ricavarne il colorante). Ora io non so se esiste un carmine “sintetico”, quindi presuppongo che quello dei rossetti sia quello che si ricava dalla cocciniglia.

Ecco gli swatches:

A sinistra c’è il nr 4 che dal vivo è un pò più profondo, a destra c’è il nr 7 che è davvero molto particolare.
POTETE TROVARE IL BRAND —> QUI <—

Voi li avete provati? Che ne pensate?
Un bacio e alla prossima!