[Guida] Argille: differenza e usi

Vi è mai capitato di fare una maschera all’argilla? Se no, è il momento di iniziare a farle! Esistono tanti tipi di argilla in natura, ognuno con le sue proprietà. Se non conoscete quella che fa per voi, ecco una pratica guida.

frenchclay1-300x241
Innanzitutto, è bene dire che l’argilla ha un effetto purificante. I diversi tipi di argilla si distinguono in base al colore, per questo abbiamo 5 tipi di argille:
argilla bianca o caolino: è l’argilla più delicata e pura. È indicata per tutti i tipi di pelle.
argilla verde: ha un forte potere di assorbimento, è ideale per pelli grasse, per chi ha pori dilatati, brufoli e anche macchie.
argilla rosa: ha un effetto purificante, antiossidante, lenitivo. Per questo motivo è indicata per pelli sensibili, visto che è molto delicata, e per chi ha macchiette post brufolo.
argilla gialla: è indicata per pelli normali con tendenze ad ingrassarsi. Non è molto aggressivia, quindi è utile anche per chi ha la pelle delicata.
argilla rossa: è consigliata a chi ha la pelle grassa. È utilizzata anche per chi ha problemi di cellulite e circolazione.

In base quindi alle vostre necessità, in commercio trovate delle maschere già pronte, in tubetto o in confezioni monouso. Io, però, vi consiglio il metodo fai da te. Farsi le maschere all’argilla è semplicissimo: basta un cucchiaio (non utilizzate i metalli!!) di argilla e un po’ d’acqua e il gioco è fatto! Inoltre potete aggiungere a piacimento, altri prodotti naturale, oli essenziali, miele ed altro.