[Recensione] Smoked Purple, MAC

Ciao Milkine! Preparatevi per una lunga, lunga recensione..

Quando pensiamo ai rossetti MAC – quando io pensavo ai rossetti MAC, fino a qualche tempo fa – mi venivano in mente due colori precisi: rosso e fucsia. Il brand canadese nel corso degli anni ha sfornato alcuni lipstick che rappresentano un must have e sono senza dubbio noti a tutte, anche a chi ha da poco cominciato ad approcciarsi al mondo del make-up. Tutte noi, pur non avendo magari mai digitato su Google i loro nomi, sappiamo che Ruby Woo, Russian Red, Diva, Girl About Town, Candy Yum Yum e così via sono alcuni tra i più gettonati ed apprezzati di sempre. Ecco perché a lungo non mi è nemmeno passato per l’anticamera del cervello il fatto che, a parte tutte le gradazioni possibili di rosso e fucsia, potesse esserci qualcos’altro che valesse la pena possedere, cercare, swatchare. Male, molto male.
Complice la mia insana fissazione degli ultimi tempi per i rossetti scuri, il mese scorso – approfittando della sua miracolosa comparsa sul sito italiano, raro evento – ho infilato nel mio carrello virtuale Smoked Purple. Fino all’anno scorso non sapevo nemmeno cosa fosse un rossetto, ora andare in giro con le labbra color post ceffone è ordinaria amministrazione. L’evoluzione della specie.

Sp 2Sp
MAC.it definisce SP come un viola melanzana opaco; descrizione piuttosto consona per un colore difficile da immortalare in modo fedele. Qualunque scatto io abbia fatto non resce a rendere a pieno la profondità del suo colore.
Il finish è matte ed è caratterizzato da una consistenza mediamente dura ma non a livello di bestemmie come per Ruby Woo. È più difficile swatchare il prodotto sul braccio che stenderlo sulle labbra; diciamo che dopo un primo contatto con esse il prodotto si “scalda” e scorre con maggiore facilità, rendendo l’applicazione non troppo difficoltosa.
Idrata? No. Secca? Un po’, ma indossando il rossetto questo si percepisce senza dar noia. Non tende ad accumularsi ai lati della bocca col passare del tempo né a evidenziare le pieghette, ma è tutt’altro che piacevole se applicato su labbra screpolate o poco idratate.
La coprenza non è totale. Nella zona al centro delle labbra, in particolare, SP tende ad essere meno vivido e dopo circa tre ore ( senza bere o mangiare ) necessita di un ritocco.
Sul sito italiano è reperibile nella sezione pro al prezzo di €18,65.

SP Luce contr 55
Alcuni mesi fa mi ero lamentata di Diva – felicemente rivenduto – imputandogli una scarsa durata, una secchezza veramente molesta e la capacità perenne di crearmi quella orrenda “linea” all’interno della bocca. Smoked Purple risulta migliore, nonostante la coprenza di gran lunga meno marcata? Sì, per me vale molto più di Diva. Pur essendo entrambi caratterizzati da un finish matte sulle mie labbra SP – nonostante risulti più rognoso da stendere e necessitando di maggiore attenzione nell’applicazione e di più passate per ottenere un colore pieno – ripaga in termini di particolarità del colore e nella portabilità, perché risulta molto più confortevole di Diva e più propenso a “fissarsi”.

Swatch SP
Ovviamente non tutte potrebbero trovarsi a proprio agio indossando SP senza cercare qualche scappatoia per renderlo più stabile e duraturo possibile; una delle opzioni papabili in tal senso potrebbe essere l’utilizzo di una matita come base. Personalmente cerco di evitare questo step quando ho le labbra in condizioni non ottimali perché la matita che abbino a Smoked Purple è parecchio dura e serve soltanto a rendere il rossetto meno confortevole. Parlo della Smart Lip Pencil #710 Rouge Noir di Kiko. Il colore non è esattamente identico al rossetto ma: 1) chi se ne importa; 2) non ho intenzione di sborsare millantamila euro per cercare anche una matita da abbinarci.
La matita contribuisce sì a fissare meglio il rossetto sulle labbra ( anche se confortevole e semplice ), ma rende di gran lunga meno confortevole il rossetto, una volta applicato. La loro combinazione contribuisce a seccare le labbra più di quanto SP faccia se indossato senza base. La loro combinazione, come mostra lo swatch, da’ vita ad un viola intenso dal forte sottotono borgogna.
Altra combinazione fattibile è l’utilizzo di SP con Vino Neve Cosmetics. In questo caso l’idratazione non manca, poiché la Pastello risulta molto più “burrosa” e scorrevole sulle labbra. Il risultato finale sulle labbra sarà di un viola intenso smorzato da una punta di marrone.
Ultima combinazione è l’accoppiata SP + Mulberry Sleek. Il finish sheen e la texture particolarmente cremosa del secondo rendono SP più luminoso senza affievolirne la cupezza e consentono una leggera idratazione delle labbra.

Kiko SLP + SP
SP vino
SP Mulberry
Ecco come appare Smoked Purple indossato da solo ed in combinazione con le due matite ed il rossetto Sleek sopra citato.

A
B mulberry
C 710
D vinoAlcune ragazze tendono ad accostare SP a Cyber, che MAC descrive come un viola intenso. Ho letto che la coprenza di Cyber per alcune risulta essere meno intensa rispetto al suo cuginetto color melanzana ma, non avendolo, non posso fare paragoni ( anche se presumo che – piuttosto che da una differenza di tono del viola in essi contenuto – il tutto sia semplicemente dovuto al finish: SP è un matte, Cyber un satin. )
Li possedete entrambi? Il paragone tra i due regge o uno batte l’altro in termini di pigmentazione, durata, ecc?

Bene, dopo questo papiro torno a riempirmi di burrocacao pregando che le mie labbra sopravvivano a questa sessione di swatches selvaggia. Spero di esservi stata utile milkine; alla prossima! ♥

  • Alessandra

    Bella recensione! 🙂 Possiedo anch’io la matita di Kiko e mi piace moltissimo come colore.. Il rossetto invece non l’ho mai provato, ma su di te mi sembra bellissimo!

  • littlemisspipedream

    adoro l’effetto del rossetto insieme alla matita kiko! è la “sfumatura” che preferisco tra i vari swatches! 🙂 anche se i vari “contro” scoraggiano un po’!! ma da amante dei rossetti, potrei fare un tentativo!
    xx Zoe

  • aurora minuto

    bella recensione!!!e a te questi colori stanno benissimo! io da poco ho iniziato a vedermi con il rossetto rosso..penso sia lontano il mio momento del melanzana!!!! :*

  • colore meraviglioso ti sta benissimo.

  • Pingback: Jerry()

  • Pingback: Gerard()

  • Ina Capo

    Scusate ma come mai il vostro articolo è uguale a quello del blog la favola russa?e le foto sono le sue..

    • Annamaria Corso

      Ciao Ina la Review è stata scritta proprio da Federica/ La favola Russa anche per noi, in base ad una collaborazione. In questo articolo si firma Cardiocrazia.