Recensione Alverde – Solari e Detergente Viso pelli impure

Buongiorno Milkine belle!

So di avervi fatto aspettare tanto, ma purtroppo ci sono state una serie di contingenze negative!
Ma che facciamo noi per non pensare? Shopping e make up ovviamente!

Niente funziona meglio, no? 😉

Ieri giornata di mare con i colleghi e colleghe dell’uni, occasione perfetta per testare i nuovi solari Alverde!

Purtroppo mi beccherò il titolo di prima a fare una recensione negativa ad Alverde.. Che tristezza ero tanto ottimista!

Dunque, i solari sono presenti in due versioni: latte e crema, io ho preso quelli in crema, e forse è stato questo l’errore, magari l’altra versione sarebbe stata migliore.

1010407_10201692497820623_785830531_n

Quelli che vedete in foto sono i miei, sono uno con fattore di protezione 20 e l’altro 30!

All’apparenza si presentano come una qualsiasi altra crema solare: bianca, semi liquida e con la profumazione tipica di molti prodotti Alverde.

Andandole a stendere sulla pelle, però, non si assorbono per nulla e lasciano uno strato bianco, stile neonato con protezione SPF 70!

Mi sono detta, poco male, magari si assorbe tra un po’… ed invece è rimasta lì intatta, dopo un lungo bagno era diventata anche più bianca di prima ed ho cominciato anche a vergognarmi perchè tutti mi guardavano strano! A quel punto, essendo in spiaggia, avendo solo delle salviettine per le mani, ho utilizzato quelle facendomi aiutare dalle mie amiche, strofinando con fatica per riuscire a toglierla un po’!

Devo dirlo con sincerità, sono rimasta delusa, mi aspettavo molto di più. Presumo che la versione latte sia forse più gestibile, ma non ci metterei la mano sul fuoco!

Per non lasciarvi con l’amaro in bocca vi parlo anche della crema detergente per le impurità, sempre Alverde, che potete vedere in questa foto:

1075837_10201692497300610_1340037325_n

Ha lo scopo di rimuovere impurità ed eccesso di sebo e di riequilibrare la pelle, inoltre può essere usata anche per aprire i pori prima di una pulizia più profonda!

Vi riporto L’INCI:

Aqua, Zea Mays Oil, Sorbitol, Coco Glucoside, Loess, Sodium Cocoyl Glutamate, Disodium Cocoyl Glutamate, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Xanthan Gum, Prunus Amygdalus Dulcis (Sweet Almond) Oil**, Cimicifuga Racemosa Root Extract, Vaccinium Myrtillus (Bilberry) Extract, Saccharum Officinarum (Sugar Cane) Extract, Citrus Medica Limonum (Lemon) Extract, Citrus Aurantium Dulcis (Orange) Fruit Extract, Acer Saccharum (Sugar Maple) Extract, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil**, Levulinic Acid, p-Anisic, Sodium Levulinate, Alcohol, Tocopherol, Citric Acid, Parfum*, Citronellol*, Linalool*.

* componenti di oli naturali
** da agricoltura biologica certificata

Dal Biodizionario:
vv ZEA MAYS      antistatico / emolliente / solvente / viscosizzante / abrasivo / legante / vegetale
v SORBITOL       umettante
vv COCOGLUCOSIDE      Tensioattivo nonionico
v DISODIUM COCOYL GLUTAMATE       tensioattivo
vv CETEARYL ALCOHOL       emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante
vv GLYCERIN       denaturante / umettante / solvente
vv XANTHAN GUM      legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante
vv LEVULINIC ACID      Additivo
g BENZOIC ACID       conservante (p-Anisic)
v ALCOHOL      solvente
vv TOCOPHEROL      antiossidante
vv CITRIC ACID       agente tampone / sequestrante

Per quanto riguarda i componenti non presenti sul biodizionario:

vv Loess
Sedimento minerale sciolto. Funzioni: assorbente / volumizzante.
“Geologicamente, infatti, il loess non è esattamente un’argilla, sebbene composto di minerali argillosi (silicati e fillosilicati, quarzo, ossidi di ferro e altri metalli), bensì una sabbia finissima, la cui granulometria è però comunque più grossolana dell’argilla vera e propria. Tanto è vero che il loess, anche bagnato, è molto meno plastico e malleabile dell’argilla vera e propria”.

vSodium Levulinate
Denominazione chimica: 4-ossovalerato di sodio. Funzione: condizionante cutaneo.

Ho tralasciato i componenti derivati da piante che ovviamente non possono che essere naturali 😉

Per utilizzarlo basta metterne una piccola quantità  sulle dita, mescolare con qualche goccia di acqua, e passare sul viso; si crea una leggerissima schiuma, la profumazione è gradevole ed anche in questo caso è quella tipica di Alverde, dopo aver massaggiato bene si risciacqua con acqua e lascia la pelle morbidissima!

(Perdonate il braccio peloso, ho dimenticato di usare la parte interna, abbiate pietà è il mio primo articolo :P)

1009801_10201693382842748_807357487_n

533667_10201693382402737_1934409790_n

Non vi so dire l’efficacia a livello di impurità perchè l’ho usato ancora troppo poco ma mi sto trovando veramente bene, dunque in questo caso promosso a pieni voti!!!

Con questo concludo, spero che l’articolo vi sia utile,  tornerò presto da voi con altre recensioni!

La vostra Milk&Make addicted

Viviana 😉

  • Lucrezia

    Peccatissimo per i solari!!! La crema per le impurità invece mi ispira un sacco…andrà bene per il viso?

    • Lucrezia

      Che stupida, non so perché vedendola sul braccio ho pensato fosse per il corpo XD poi ho riletto meglio! Domani spero di trovarla al DM….che bello essere in Germania!!!!

      • vivynz

        Ahah che invidia!!

  • io ho preso il detergente viso per pelli impure dell’Alverde e trovo che sia estremamente… seccante. Nel senso che secca davvero molto la pelle, io ho una pelle mista, ma davvero me la secca troppo.
    Ho preso anche il tonico della stessa linea e se lo si usa solo nelle parti piu’ grasse del viso, dove ci sono le impurita’ e’ davvero ottimo!

  • Lucia Izzo

    Io ho preso sia il tonico sia il detergente e devo provarlo 😀 la review almeno mi rende ottimista!!

  • vorrei provare la crema detergente!