Ciglia finte?? Arriviamo noi!

Ciglia finte??

Ciglia finte??

Oggi Giuliana vuole raccontarvi la sua drammatica avventura con le ciglia finte, vicenda che non si ripeterà perchè due eroine sono pronte a correre in suo ed in vostro aiuto affinché non succeda più!

Ecco come é andata.

«Era Halloween di un paio di anni fa…» comincia Giuliana quasi in lacrime «Comprai le ciglia, ci passai sopra la colla e aspettai qualche secondo come da istruzioni. Siccome non accennavano ad incollarsi, fu necessario rincarare la dose più e più volte. Finalmente riuscii ad attaccarle ma, ahimè, tutta la colla mi colò direttamente negli occhi che cominciarono a bruciarmi terribilmente; non riuscivo a tenerli aperti, erano tutti rossi e appiccicaticci. Anche dopo averli lavati abbondantemente la situazione non migliorò molto…»

Giuliana non ha la forza di continuare, è distrutta dal ricordo di quel dolore. La storia si tinge dei toni dell’assurdo con una seconda esperienza ancor più terribile, finita con la colla per le unghie sulle palpebre. Fortunatamente arriva Sammy, la aiuta a sedersi, le dà un bicchiere d’acqua ed inizia il suo racconto…

«Mi piacevano le ciglia finte, ma non ho mai avuto il coraggio di indossarle. Così una volta che mi sono state regalate ho cercato opinioni… Dopo aver letto le terribili avventure di Giuliana ho sognato tutta la notte barili e barili di colla che mi colavano sugli occhi, bottiglie di Vinavil che mi rincorrevano. Al mattino ero pronta a lasciar perdere tutto a causa della paura di trovarmi occhi paurosi e appiccicosi!!!»

La mattina dopo si svegliò, tuttavia, con l’idea di provare queste ciglia finte, ci racconta…
Pensava che peggio di ciò che aveva letto non poteva andare! Con la paura di trovarsi occhi tipo Dracula, o colla gocciolante, si armò di pazienza e provò le ciglia finte, con mani tremolanti…
Iniziò a stendere la colla con attenzione, pensando a Giuliana, e ad incollare le ciglia all’attaccatura della rima palpebrale pregando che la colla non finisse nell’occhio… Ed ecco che si erano attaccate (quasi) perfettamente, peccato che dopo poche ore si staccarono miseramente.

«Ma ragazze, che mi dite!!» esclama Francesca, che è appena arrivata.
«Pochi consigli servono a voi ed a tutte le ragazze affinchè le ciglia, in quattro e quattr’otto, potrete attaccare e tenere su per ore ore e ore.

Non ascoltate le amiche che consigliano la Vinavil, state a sentir Francesca ed i suoi facili e veloci step:

a) Arrotondare le ciglia attorno al dito indice per creare una forma ricurva, più adatta all’occhio.

b) Se necessario, tagliare qualche millimetro di ciglia poiché non vanno applicate su tutta l’arcata. Nella zona del condotto lacrimale, infatti, non abbiamo naturalmente ciglia folte e lunghe. Per controllare il risultato se si è reso necessario questo step, posate la ciglia senza colla sopra l’occhio.

c) Mettere un velo di colla e contare fino a dieci prima di applicare le ciglia.

d) Usare sempre una pinzetta per posizionarle, se non siamo esperte, eviteremo cosi di incollarci ovunque.

e) Se volete tenere da conto le ciglia e riutilizzarle, evitate di truccarle e, se lo fate, struccatele con un detergente delicato

Nessuno spavento, nessuna antipatia, voglio vedervi tutte con dei folti ciglioni.

E alle mie due amiche dico: Giuliana meno colla e Samantha aggiungine un po’ senza timore!»

  DSC04371

100_1611

 

 

E il resto delle Milkpaladine, che avventure hanno avuto con le ciglia finte?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"