“LE AMICHE DEL BLUSH”: Cos’è e come si applica?

Conosciuto anche con il sinonimo di Fard, il Blush (dal verbo inglese “to blush” arrossire) è uno dei cosmetici più amati da tutte le appassionate di make up. Difficile dare una definizione univoca visto che esistono svariati tipi di blush, meglio specificarne prima la “funzione”.


Se ricordare Heidi e le sue guance colorate di innocenza infantile avrete ben chiaro perchè è usata spesso come paragone: il blush colora le nostre gote donando immediatamente al viso un aspetto radioso ed un colorito sano.

Il formato più diffuso di fard è quello in polvere, ma per ovviare alle esigenze della pelle sono state aggiunte tantissime varianti che ben si possono utilizzare in caso di pelli secche, grasse o miste oppure per offrire un effetto più naturale o incisivo.

COME APPLICARE IL BLUSH

L’applicazione del blush è importantissima perchè permette di riequilibrare le forme del viso e per questo motivo non esiste un’unica modalità. In primo luogo si individua la zona che segna il nostro zigomo: alcuni consigliano il metodo del “sorriso” seguendo poi la naturale ombreggiatura che identifica la zona alta della guancia, invece per altri è meglio tastare il viso sino a trovare l’osso dello zigomo e applicare il blush in quella zona.

Il viso ovale ha una forma armoniosa e non necessita di particolari correzioni, per questo si può seguire un’applicazione classica partendo dal centro delle guance sfumando il colore verso le tempie con movimenti circolari.

 

Sul viso allungato, che ha bisogno di essere ridimensionato, il blush va applicato con movimenti orizzontali dal centro delle guance alle tempie e ben sfumato. Per arrotondare ancora un po’ è possibile applicare una punta di colore sul mento ed al centro della fronte.

 

Sul viso quadrato, per ammorbidire la mascella, è consigliato applicare il blush con movimenti circolari sulle guance, creando una zona di colore rotonda che smussa la mascella accentuata addolcendo i tratti del viso.

 

Sul viso triangolare, un po’ spigoloso, per riempire gli incavi l’applicazione più adatta è quella che copre una zona a V sul viso, con una larga sfumatura che parte dalla guancia allargandosi verso tempie ed orecchie.

 

Sul viso rotondo, per definire e scolpire la pienezza delle guance, il blush va applicato in obliquo (con un’angolazione di circa 45 gradi)  seguendo la linea degli zigomi sino alle tempie, sfumando bene e senza applicare il colore direttamente sulle guance altrimenti si ottiene l’effetto opposto accentuando le rotondità.

 

Il blush andrebbe normalmente applicato dopo il fondotinta e prima delle cipria, infatti, con l’aggiunta di un velo di polvere sopra il nostro colore di gota, la sfumatura creata va a fondersi perfettamente con l’incarnato rendendo il colore davvero naturale!

Se siete arrivate alla fine siete a pieno titolo delle vere “Amiche del Blush“! Benvenute in questo universo multicolore, nei prossimi post andremo a conoscere ancor più intimamente i segreti di questo cosmetico delizioso e funzionale!

La vostra Lucia

  • eccomi sono una fan sfegatata dei blush!!!

  • Bellissimo articolo Lucia! Davvero ben scritto e molto utile! Complimenti!
    Concordo assolutamente, il blush è un cosmetico assolutamente irrinunciabile per tutte noi. 🙂

  • Lucia

    Grazie ragazze 😀 sono felice di riscontrare il vostro consenso! Da pallidona amante del del blush non posso che ringraziare questo cosmetico per farmi sembrare meno cadaverica e sempre radiosa

  • il blush??? per me un must…mai senza!

  • Samantha

    Io amo il blush…. mai senza! sopratutto se è un bel rosa 😛

  • mai senza blush rosa 🙂 molto utile questo post 🙂

  • diana de simone

    bellissimo articolo lucia!con me sfondi una porta aperta! io adoro il blush e lo applico sempre o sopra il fondotinta o sulla terra per creare quell’effetto rosato che mi piace tanto!!! 🙂