Eyeliner I Love You

Ciao a tutte ragazze!

Oggi voglio parlarvi di uno dei miei must: l’eyeliner. Ho detto “uno dei” perché si ritrova nella mia triade che vede al podio il mascara (come vivere senza avendo delle ciglia sottili e biondo cenere), al secondo posto l’eyeliner e al terzo è arrivato il blush in veste di new entry.

Ma torniamo all’eyeliner…

Questo prodotto nasce dall’antenato khôl che già veniva utilizzato ai tempi di Cleopatra nell’antico Egitto. Da quando negli anni ‘20-‘30 inizia a circolare l’eyeliner come noi lo intendiamo oggi, esso non hai mai avuto momenti di crisi e detiene tutt’oggi il primo posto tra i prodotti di make-up che più evidenziano e valorizzano lo sguardo. Il vero boom di questo prodotto è negli anni ‘60 quando lo vediamo portato da icone come Brigitte Bardot e Audrey Hepburn. Ai giorni nostri l’eyeliner si lega e rende uniche molte star come Amy Winehouse che ci ha lasciati nel 2011  o l’originalissima ed eccentrica Lady Gaga, due artiste che amo e stimo a livello di stile e non solo.

 

 


Possiamo scegliere tra moltissimi eyeliner nel mercato, e non sto parlando solo di brand ma di applicatori, texture e colori: pennarello, pennellino, feltro, liquido, gel e gli innovativi patch che si applicano come un tattoo temporaneo.

Al momento io sto usando il pennarello, molto pratico e veloce. Ma il prossimo acquisto sarà quello in gel da stendere con il pennellino, versione che non ho ancora provato e che permette una maggiore libertà nella quantità del prodotto da usare.

Il mio consiglio dopo anni e anni di eyeliner è quello di partire sempre dall’interno verso l’esterno e fare piccoli trattini, dove ogni trattino andrà a riprendere quello precedente. Lo spessore della linea e l’incurvatura varia a seconda dell’effetto che volete ricreare. Rimane però assolutamente importante:

  • Non lasciare uno spazio bianco tra le ciglia e la linea di eyeliner;
  • Non disegnare una linea a zig zag (per aiutarvi è meglio tenere leggermente tesa la palpebra);
  • Non variare più volte ed in maniera discontinua il tratto e se possibile evitare di farlo troppo spesso vicino al condotto lacrimale;

Imparati questi trucchi e presa un po’ di mano non c’è che sbizzarrirsi, potrete scegliere tra un look stile pin up (il mio preferito) con l’inarcatura finale verso le tempie; un look hollywoodiano con il tratto che va inspessendosi verso l’esterno; uno stile Cleopatra che segue la linea dell’occhio; una tenuta adatta anche al giorno con il tratto sottile alla Hapburn, oppure, se volete strafare, magari in serate particolari o shooting, sfoggiare gli artistici eyeliner grafici, molto in voga nelle passerelle.

E voi? Che rapporto avete con l’eyeliner? Quale state usando e qual è il vostro style preferito?

A voi la parola!

Un abbraccio

Francesca B